Le aree museali

Il Museo dell'Esercito, nel cuore dell'Hôtel National des Invalides, è all'incrocio di molte aree emblematiche e tematiche.

Il Museo dell'Esercito è nato nel 1905 dalla fusione del Museo dell'Artiglieria con il Museo storico dell'Esercito. Il Museo storico dell'Esercito fu fondato nel 1896 da una società, La Sabretache, il cui presidente, il pittore Edouard Detaille, desiderava costituire, a partire dalle sue collezioni personali, un museo militare nazionale sul modello delle sale retrospettive dell'Esposizione universale di Parigi del 1889.

Tra le collezioni più prestigiose del museo possiamo citare le armi e armature antiche (la 3° per importanza al mondo), i piccoli modelli di artiglieria (unica al mondo) e un insieme eccezionale di pezzi del XIX secolo relativi a Napoleone I e ai marescialli dell'Impero.

Il Museo dell'Esercito si colloca tra i più grandi musei di arte e di storia militare al mondo. La sua posizione nel cuore di un monumento a vocazione militare come l'Hotel National des Invalides gli conferisce un carattere eccezionale. Sono rari i musei militari che presentano una tale diversità di opere e coprono periodo cronologici così ampi.

Riunisce un insieme di spazi che si dividono tra monumenti architettonici e sezioni tematiche e cronologiche. Nel complesso sono 7 le aree principali che costituiscono il museo: