Cattedrale San Luigi degli Invalides

interieur de la cathédrale st louis des Invalides et son orgue

 

 

Ritrovate la storia e il ruolo - nel corso dei secoli dalla sua creazione ai nostri giorni - di questo edificio centrale all'Hôtel des Invalides

detail de la chair de la cathédrale St Louis des Invalides


Nel 1676, il ministro della Guerra Louvois affida al giovane architetto Jules Hardouin-Mansart la costruzione della chiesa che Libéral Bruant non è stato in grado di completare. L'architetto progetta un edificio grandioso ma armonico che, fin dall'inizio, si sdoppia in chiesa reale (il Dôme des Invalides) e chiesa dei soldati. Così Luigi XIV e i suoi soldati possono, in occasione di una visita reale agli Invalides, ascoltare la messa ma accedere al luogo di culto da due ingressi diversi, come richiede l'etichetta.

Questa bipartizione si rinforza nel XIX secolo con l'edificazione della tomba di Napoleone e poi la creazione di una vetrata, dopo il 1870, tra le due chiese.

La chiesa dei soldati

detail de l'autel de la cathédrale St Louis des Invalides


Si apre sul cortile d'onore ed è di un classicismo scarno ed austero. La cassa dell'organo è stata realizzata tra il 1679 e il 1687 da Germain Pilon, falegname degli edifici del Re.

La chiesa dei soldati presenta un centinaio di trofei presi al nemico, che costellano la storia degli eserciti francese dal 1805 al XX secolo. Testimoni di una tradizione secolare, questi trofei erano attaccati alla volta della cattedrale di Notre-Dame di Parigi fino alla Rivoluzione. Quelli che sfuggirono alla distruzione furono trasferiti agli Invalides a partire dal 1793. L'Hôtel ricevette allora il compito di conservare gli emblemi e i trofei della Francia. Circa 1.500 di questi trofei furono bruciati nel cortile dal governatore degli Invalides nel 1814 per non vederli cadere nelle mani del nemico vincitore.

Dedicata a San Luigi e dedicata alla Santa Trinità, la chiesa è unita, dal punto di vista amministrativo, al Museo dell'Esercito fin dalla creazione di questo nel 1905. Oggi è la cattedrale delle armate francesi.